Home    Modella la tua casa con la luce giusta

La luce arreda, attraversa gli ambienti dividendoli, colorandoli, animandoli. Per questo, la progettazione delle fonti luminose è fondamentale nell’ideazione di una casa, capace di garantire bellezza e benessere. E le nuove frontiere della domotica possono contribuire a rendere tutto ancora più efficace.

La luce giusta è in grado di cambiare il volto di una stanza e dell’intera casa. Con la luce, in funzione di arredo, si può giocare su tre elementi: la posizione, l’intensità e il colore. L’importante è variare. Le possibilità sono molteplici: dai lampadari alle lampade, dalle applique ai faretti, fino ai punti led, con cui liberare la fantasia. Si può osare posizionando delle fonti luminose in basso oppure “disegnare” gli ambienti: aprire spazi altrimenti angusti o scolpire angoli prima anonimi.

Inoltre, ogni casa è fatta di stanze diverse, vissute in maniera e con tempi diversi, perciò l’illuminazione non può essere omogenea. In cucina la luce deve essere molto funzionale: serve di illuminare in maniera diretta il piano cottura e gli altri spazi di lavoro, per ottimizzarne l’utilizzo. Per il soggiorno si può scegliere un’illuminazione più morbida, che crei atmosfera, magari prevedendo un punto luce dedicato sul televisore. In bagno è preferibile utilizzare una luce dalla tonalità  naturale, prestando attenzione a dove è collocato lo specchio, per evitare fonti luminose frontali. In camera da letto meglio un’illuminazione tenue, anche evitando lampadari e servendosi di sole applique e lampade; se la stanza è usata anche come studio si posso installare sistemi di luci regolabili.

La domotica della luce

Una volta posizionati i punti luce, le nuove tecnologie applicate alla domotica possono aiutare a gestirli al meglio, sia in un ottica di risparmio energetico che di sostenibilità ambientale. Un edificio moderno, che guarda al futuro non può rinunciare ad un sistema di programmazione degli scenari luminosi. Le residenze di via Bolzano 16, ad esempio, sono dotate del pacchetto domotico MyHome di BTicino.

Equipaggiamenti di questo tipo consentono di programmare l’accensione e lo spegnimento delle luci, nonché l’intensità, diversificandoli per i diversi ambienti. Ci sono poi ritrovati di domotica che permettono di regolare la luce artificiale sulla base di quella naturale proveniente dall’esterno, o di gestire  tutto da remoto, prima ancora di mettere piede in casa. Altri, ancora più sofisticarti, consentono di miscelare luminosità e musica per creare vere e proprie atmosfere calibrate sul proprio umore o sul tipo di serata che si vuole vivere. L’illuminazione della casa, dunque, smette di essere una questione “di lampadine” e diventa un modo per modellare ancora di più lo spazio in cui si vive sui propri gusti e sensibilità.

Illuminare benessere e bellezza

La luce è un elemento vitale, capace di influire in maniera potente sulla vita quotidiana. La luce giusta significa benessere: rende più efficiente il sistema nervoso, attiva le difese immunitarie, contribuisce a regolarizzare il sonno e quindi ad abbattere stress, ansia e depressione. Per questo una corretta illuminazione della casa può tradursi in maggiore energia fisica e mentale.

I bonus fiscali 2017 sull’acquisto della prima casa
L'open house di Città Verde conquista il pubblico
Scroll Up