Home    Come arredare un monolocale con gusto e sfruttando tutti gli spazi

La prima abitazione per giovanissimi e single è spesso un monolocale o un bilo. Uno spazio piccolo comporta, sia in caso di acquisto che di affitto, un esborso economico inferiore, e anche sull’arredamento si riesce a risparmiare qualcosa perchè ci sono meno ambienti da arredare. Ma questo non vuol dire che non si possa creare un appartamento bello, curato nei dettagli sfruttando al massimo tutti gli spazi.

Prendiamo le misure

In un monolocale l’ambiente è unico ma non è detto che sia piccolissimo. Basta saper disporre bene i mobili e si potranno ricavare diversi angoli dove passare le ore della giornata. I monolocali di nuova costruzione hanno una superficie di circa 40 mq, che permette una buona suddivisione tra area giorno e area notte. Le finestre sono ampie e danno sul balcone, spazio indispensabile soprattutto in ambienti così ridotti, e si potrebbe anche decidere di chiuderlo a veranda per recuperare spazio.

Scopri i mono e i bilocali del quadrante sud a Roma: Eur Next House e Città Verde

Soppalco monolocale

Come arredare un monolocale

Generalmente la porta di ingresso dà subito sull’angolo cottura e la zona pranzo, che devono essere sempre in ordine: una piccola cucina con i mobili indispensabili, tavolo, sedie e perchè no anche una libreria e un divano con tv a muro. La zona notte si può separare in diversi modi, ma evitando muri o coperture totali che non permettono ad esempio al riscaldamento o all’aria condizionata (spesso c’è un unico convettore) di coprire tutto l’appartamento. Meglio optare per porte scorrevoli, alcune particolari tipologie di tende, strutture di legno (come librerie se c’è spazio) o anche paraventi colorati che arredano come se fossero dei veri e propri quadri.

Scopri i bilocali del centro di Roma: Palazzo Giusti e Ponte Testaccio

Sfruttiamo tutti gli spazi

Per la camera si può decidere o per un buon divano letto da chiudere ogni giorno per avere più spazio a disposizione (anche a scomparsa), oppure per un letto contenitore che consenta di poter riporre molti oggetti ingombranti. Indispensabile l’armadio o una cassettiera. In questi casi l’ideale sono le strutture con ante scorrevoli o comunque arredi sviluppati in altezza più che in profondità e larghezza. Al posto dei classici comodini si può optare per delle mensole a muro. Spesso in un monolocale il bagno non è grandissimo, ma anche in questi casi si possono fruttare al massimo gli spazi: ad esempio la lavatrice potrebbe trovare spazio sul balcone, incassata in un apposito armadio a muro sotto la caldaia, come avviene spesso nelle nuove residenze.

Scopri i bilocali del quadrante nord a Roma: Pineta Sacchetti, Giardini di Ottavia e Collina Olgiata

E se abbiamo un bilocale?

Con il bilocale possiamo contare su uno spazio maggiore che va dai 50 mq fino ai 70 mq circa. Le stanze sono suddivise: salone con angolo cottura, camera da letto, bagno e balcone. In questo caso si può riuscire a ritagliare anche uno spazio di lavoro in casa, o usando sempre dei divisori o creando un soppalco se magari il soffitto è alto e lo consente.  

In ogni caso per gli ambienti piccoli l’idea migliore è sempre quella di utilizzare colori chiari che danno luce e fanno sembrare più grandi gli spazi, arredi e accessori devono essere essenziali per non appesantire e ridurre l’ambiente a disposizione.

Scroll Up