Home    La migliore città dove vivere negli Stati Uniti

Ogni anno la rivista “Money”, il magazine pubblicato dal “Time” stila una classifica per eleggere la migliore città americana dove vivere. La classifica si basa sulla concomitanza di diversi fattori che determinano una condizione di vita ottimale:

  • Economia: basata sul tasso di disoccupazione locale, sulla crescita storica dell’occupazione, sulla previsione di crescita dell’occupazione e sul livello delle opportunità di lavoro disponibili.
  • Costo della vita: basato sul reddito familiare medio, sul carico fiscale, sui costi di assicurazione, sui costi di trasporto, sulle spese mediche e sulle spese di casa.
  • Istruzione: basata sui punteggi dei test di matematica, di lettura e sul tasso di diplomati delle scuole superiori a livello locale e provinciale.
  • Criminalità: basata sul rischio di reati contro la proprietà e il crimine violento, oltre che sui tassi di omicidio e di overdose.
  • Servizi: basati sul numero di medici e ospedali della zona e sul numero di attività per il tempo libero nella città e nell’area circostante, inclusi bar, ristoranti, musei, complessi sportivi e spazi verdi.
  • Facilità di vita: basata su puntualità dei trasporti pubblici, condizioni meteorologiche e altri fattori.

Fishers, Indiana, la migliore città d’America

Ad aggiudicarsi il premio di “Migliore città dove vivere in America” del 2017 è stata Fishers (IN), una piccola e tranquilla città di 86.000 abitanti a circa 25 chilometri da Indianapolis. Nonostante le piccole dimensioni Fishers ha molto da offrire. A livello economico infatti la città è in forte crescita, tanto da prevedere un aumento dell’occupazione di circa l’11,6% entro il 2021, grazie anche all’investimento di 90 milioni di dollari per lo sviluppo del polo economico cittadino, che si affianca al progetto “Launch Fishers”, uno spazio di lavoro per imprenditori e start up tecnologiche che sta attirando investitori da tutta America.

La comunità di Fishers è unita e coesa anche grazie all’anfiteatro che ospita diversi eventi l’anno e che solo nel 2016 ha registrato oltre 135.000 persone. L’anfiteatro però non è l’unico polo d’intrattenimento cittadino, infatti ogni anno si tengono diversi eventi come ad esempio:

  • Un’esposizione di arte annuale dove vengono presentati quadri, sculture ed istallazioni artistiche;
  • Il mercato estivo e invernale durante i quali vengono venduti i migliori prodotti di stagione della zona;
  • Il giorno del fango, che riunisce migliaia di persone per una corsa nel fango.

Fishers non è solo economia ed eventi. I suoi 24 parchi immersi in oltre 239 ettari di spazio verde all’interno dei quali si snodano più di 167 km di percorsi offrono attrazioni e sfide per ogni sportivo.

Scroll Up