Home    Mercato immobiliare, segnali positivi di ripresa

La lenta ripresa del mercato immobiliare continua a mostrare incoraggianti segnali positivi di ripresa. Il quadro emerso dal Rapporto immobiliare residenziale 2018 realizzato dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate coadiuvato dall’Associazione Bancaria Italiana ha incoraggiato gli investitori: 4,9% di vendite in più nel 2017 rispetto al 2016. Napoli, Milano, Firenze e Palermo le città che hanno registrato i dati di sviluppo più significativi.

I dati salienti

La metà dei soggetti che ha acquistato immobili abitativi nel 2017 è ricorso ad un mutuo ipotecario, un dato in crescita del 7.8% rispetto al 2016. Nel 2017 aumenta anche l’Affordability Index, il valore che misura la possibilità di acquisto di una casa da parte delle famiglie. Segnali positivi si hanno anche dal mercato delle pertinenze che segna il +12.4% e quello dei box e posti auto (+3.8%). Le abitazioni locate invece mostrano un lieve calo del -0.8% rispetto all’anno precedente. In leggero aumento anche gli acquisti di abitazioni in nuda proprietà (+1.3%).

542.480 sono le transazioni immobiliari registrate nel 2017 che registrano una crescita del 4.9% in più rispetto all’anno precedente. I rialzi più forti hanno interessato soprattuto l’area del Nord Ovest dove si concentra ⅓ del mercato immobiliare nazionale, anche il Sud in crescita (+5.8%), mentre il centro registra una crescita minore che si forma al solo 3.5%. Complessivamente nel 2017 sono stati spesi 89.6 miliardi di euro per l’acquisto di case in Italia con una media di 105.8 m2 di superficie venduta.

Le grandi città trainano il mercato immobiliare, i rialzi più corposi hanno interessato grandi città come Milano (+8.1%), Palermo (+7.9%), Napoli (7.4%) e Torino (4.9%) seguite da Genova (+3.3%) e Roma (+3%). Bologna l’unica tra le città più grandi a registrare un’inversione di tendenza e chiude in calo il 2017 (-3.3%).

La crescita dei mutui

Nel 2017 inoltre è stato l’anno della crescita dei mutui ipotecari, 259.095 totali che registrano uno sviluppo rispetto all’anno precedente del +7.8%. Nelle aree del Nord e del Centro i mutui ipotecari rappresentano la metà degli acquisti immobiliari, mentre nel Sud e nelle Isole il finanziamento ipotecario è preferito solo 4 volte su 10.

Scroll Up