Home    Al via la prima edizione di Milano Arch Week

Inizia il 12 giugno la prima edizione di Milano Arch Week, una rassegna di eventi e di incontri legati al mondo dell’architettura che si terranno al Politecnico di Milano, alla Triennale e nel Teatro Burri di Parco Sempione fino al 18 giugno 2017.

La manifestazione, diretta da Stefano Boeri, vede il coinvolgimento attivo degli studenti della Scuola di Architettura del Politecnico di Milano, dell’Ordine degli Architetti di Milano e di numerosi studi professionali e si propone l’obiettivo di diventare un brand al pari del Salone del Mobile.

La sede della Triennale di Milano è il Palazzo dell'Arte a Milano

Una dei luoghi di Milano Arch Week è il Palazzo dell’Arte, sede della Triennale dal 1930

 

Futuro delle città, innovazione e grandi trasformazioni urbane. Questi gli argomenti principali della kermesse meneghina, che prevede visite guidate alle principali architetture presenti in città: musei, luoghi di cultura, scali merci dismessi, periferie urbane.

Sono molte le presenze internazionali che hanno confermato la partecipazione fra cui Peter Eisenman, uno dei più famosi architetti americani, Francis Keré, autore del Serpentine Gallery Pavillion a Londra e Petra Blaisse, l’architetto inglese che ha progettato il nuovo Parco di Porta Nuova a Milano.

Presente alla prima edizione anche un gruppo nutrito di architetti e designer italiani fra cui Cino Zucchi, membro del team internazionale Are_Living che si occupa di innovazione dell’abitare, Benedetta Tagliabue, ideatrice della struttura d’acciaio e vimini del Padiglione spagnolo all’Expo 2010 di Shangai e Michele De Lucchi, uno degli architetti italiani più famosi a livello internazionale che ha lavorato anche alla costruzione del Ministero Degli Interni georgiano a Tbillisi fra il 2006 e il 2009.

«È giusto che Milano torni ad avere un ruolo primario nel dibattito internazionale sull’architettura, come negli anni Settanta» spiega il direttore artistico Boeri, impegnato anche nella progettazione di una mensa scolastica e di altri edifici del comune di Amatrice, uno dei comuni più colpiti dal sisma dell’estate scorsa.

Tra gli eventi più importanti di questa prima edizione una rassegna fotografica a cura di Oliviero Toscani, un omaggio all’artista e filosofo Angelo Dorfles e un dibattito sulle periferie urbane che prevede la presenza del rapper Fabri Fibra, in classifica con il suo ultimo album Fenomeno.

La settimana del Milano Arch Week si concluderà domenica mattina con un brunch presso i Bagni Misteriosi dell’ex Piscina Caimi e una visita guidata alla nuova palazzina situata nel perimetro del Teatro Franco Parenti.

Scroll Up